Non molto tempo fa, una cagnetta dai molti nomi viveva in simbiosi con la sua padrona.
Faceva tutto quello che faceva lei: dormivano insieme, correvano insieme, lavoravano
insieme, facevano anche shopping insieme: amavano le stesse cose e, ovviamente,
mangiavano anche le stesse cose. Tutto quello che la padrona cucinava per sé, lo dava
anche alla cagnetta. Dopo anni di simbiosi assoluta, la cagnetta iniziava a sentirsi appesantita, stanca, con poca energia e il suo splendido mantello iniziava a perdere lucidità. Sapeva che questa spossatezza era causata da quel che mangiava, così, per non offendere la sua amata padrona, che si accorgeva e si disperava per il peggioramento della sua cagnolina, iniziò a fare ricerche sul cibo più buono, sano ed equilibrato. Vagabondava di cuccia in cuccia in tutte le case del quartiere, e assaggiava qua e là le pappe dei cani vicini: mangiò nei migliori ristoranti per cani e iniziò a fare esperimenti in cucina, di notte, mentre la padrona dormiva.
Un giorno ci riuscì e scoprì il segreto della crocchetta perfetta: mais gelatinizzato, carne di pollo disidratata, farina di pesce e un ingegnoso processo di lavorazione, che chiamò ESTRUSIONE SELETTIVA.
Così un mattino, si preparò da sola la ciotola della pappa e si mise seduta dietro di essa ad aspettare la sua padrona. Quando si svegliò, la padrona trovò la cagnetta scodinzolante dietro la ciotola piena di quelle meravigliose crocchette dorate e una ricetta, scritta un po’ da cani, sul tavolo della cucina. La padrona capì subito che quell’alimento avrebbe portato equilibrio nella sua vita, e in quello della sua cagnetta.